Viva l’Italia che torna a contare in Europa

Europa
Renzi_Hollande_Merkel

Abbiamo l’occasione di scrivere un pezzo di storia italiana nel firmamento europeo

Che gli italiani siano un popolo dalla memoria corta è risaputo, ma che spesso non si riesca a ricordare nemmeno il passato più recente è davvero bizzarro.

In questi giorni post voto Brexit, i leader dei principali Paesi Europei si sono trovati a dover far fronte all’urgenza di rimodulare e ridefinire tutto l’assetto europeo. In primo piano, incontri importanti hanno caratterizzato le prime ore del dopo Referendum in Gran Bretagna. Ma, a differenza degli anni passati, stavolta al tavolo delle decisioni l’Italia era presente, in primo piano.

Il Presidente del consiglio, Matteo Renzi, accanto a Merkel e Hollande, ha delineato chiaramente il quadro del nuovo profilo del nostro Paese. Un Paese al centro della scena politica europea, che ha assunto negli ultimi tempi una credibilità ed una autorevolezza di alto livello.

L’ Italia oggi, grazie al lavoro del premier, di Paolo Gentiloni e di Federica Mogherini, si vede investita di una leadership che, durante i governi passati, era assolutamente impensabile.  Oggi l’Italia ha il compito di dettare una linea politica fatta di principi e valori, di unione e coesione. Una politica che, come ha giustamente ricordato Renzi,  guardi di più alle persone e meno alla burocrazia, soprattutto nell’ottica di ricostruire e rinsaldare l’unione dei cittadini europei.

Abbiamo l’occasione di scrivere un pezzo di storia italiana nel firmamento europeo. Ed è un grande orgoglio poterlo fare, oggi in particolare.

Vedi anche

Altri articoli