Vendola è papà: l’orrendo sondaggio di Libero e il post incommentabile di Sgarbi

Diritti
59472910f5ab61a82d6f1ceb1a865818-kdE-U1070342426560oTD-1024x576@LaStampa.it

La paternità di Nichi Vendola ed Ed Testa si trasforma in uno scontro che mette in luce il peggio della politica

Nichi Vendola ed il suo compagno Ed Testa sono diventati genitori di Tobia Antonio. Archiviata al Senato l’approvazione della legge sulle unioni civili, lo scontro politico si riaccende sulla questione, tanto discussa, della maternità surrogata. In tanti, purtroppo, hanno sentito l’esigenza di dire la loro sulla questione e di fare, di una scelta personale, una battaglia politica. Come Maurizio Gasparri che ha sentenziato: “Lo squadrismo è praticato da chi strappa un bambino a una madre e investe soldi per realizzare questa operazione che in Italia è vietata. Chi sta dalla parte di Vendola lo dica. Sono dalla parte del mercimonio dei bambini”. Ma anche Matteo Salvini non ha perso tempo: “Faccio i miei migliori auguri al bimbo di Vendola, figlio dell’egoismo di due adulti”. Ma gli insulti sono bipartisan, tanto che arriva anche il tweet di Giuseppe Lauricella, deputato Pd: “Indovinello: seme di Ed, ovociti canadesi, utero di donna indonesiana, cash di Nichi. Quanti sono i nonni?”. Daniela Santanchè, per una volta “moderata” striglia i compagni di partito: “Nessuno può permettersi di insultare Tobia. E inviterei Salvini a fare gli auguri al piccolo appena nato” ma poi ‘torna in sé e aggiunge: “Detto questo penso anche io che sia un atto di egoismo, perché nessuno ha chiesto a quel bambino se è felice di avere due papà”.

In questo dibattito si è inserito a gamba tesa, il quotidiano Libero, che ha deciso di affrontare l’argomento con la solita serietà e sobrietà che lo contraddistingue: “Secondo voi Vendola è papà o mammo?”.

vendola

 

 

Se si pensava di aver toccato il fondo, arriva puntuale il post su Facebook di Vittorio Sgarbi, davvero difficile da commentare

 

sgarbi

 

E’ lo stesso Vendola ad intervenire cercando di stemperare i toni: “Condivido con il mio compagno una scelta e un percorso che sono lontani anni luce dalla espressione “utero in affitto”. Questo bambino è figlio di una bellissima storia d’amore, la donna che lo ha portato in grembo e la sua famiglia sono parte della nostra vita. Quelli che insultano e bestemmiano nei bassifondi della politica e dei social network mi ricordano quel verso che dice: “ognuno dal proprio cuor l’altro misura” (anche se capisco che citare Dante non faccia audience)”.

Ma non ci sono solo insulti, i neo genitori possono anche contare su tanti messaggi di felicitazioni e solidarietà. Come Ivan Scalfarotto, sottosegretario alle Riforme, deputato Pd e impegnato per i diritti degli omosessuali che in un’intervista ha dichiarato: “È una questione del tutto privata. Le decisioni che hanno a che fare con la vita intima e familiare delle persone non andrebbero commentate”. Ma anche Roberto Saviano, che parla direttamente a piccolo: “Benvenuto Tobia Antonio. L’Italia, vedrai, non sarà sempre un Paese ottuso e violento. Auguri a Nichi ed Ed!”.

 

Scrivi la tua opinione su Unità.tv

Vedi anche

Altri articoli