Una strage inaccettabile

Trasporti
In una immagine pubblicata su Facebook dal sindaco di Corato, Massimo Mazzilli, lo scontro tra due treni di linea della Bari Nord avvenuto sul tratto a binario unico tra Ruvo di Puglia e Corato, 12 luglio 2016.
ANSA/FACEBOOK MASSIMO MAZZILLI
+++ ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA +++

Questa strage racconta il disastro ferroviario al Sud

Non c’è dolore che possa essere descritto da chi alle 11.30 di ieri mattina ha perso un figlio o un amico in viaggio sulle carrozze saltate in aria su quel maledetto binario unico come nell’Italia in bianco e nero, dopo l’impatto frontale brutale, ora insaguinate e accartocciate in una contraddizione estrema con la bellezza e la serenità millenaria dei filari di ulivi di Puglia. Non c’è una sola parola che possa farci accettare una simile strage e aiuti ad elaborare il lutto della morte più atroce di studenti e pendolari, di giovani pieni di vita, volti meraviglio si.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli