Un cinema in Francia, grazie allo SVE

SVEglia!
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La storia di Nicola: tutto partì da un cineforum di città…

Due anni fa, prima di partire per uno SVE in Francia, un po’ di rabbia mi cresceva nel leggere la programmazione del cinema della mia città. Avevo una laurea triennale in cinematografia – per alcuni “carta straccia” – e non potevo neanche scegliere i film del “Cineforum” del giovedì sera. Sembrava che un lavoro per me non ci fosse neanche a pagarlo ma in realtà sapevo che avevo bisogno di sviluppare delle competenze e di uscire “dalla scatola” per vedere cosa si faceva in altri paesi.

Lo SVE (Servizio Volontario Europeo) è stata una grande opzione: perché andare allo sbaraglio quando posso fare un progetto solido dove ho un rimborso spese dignitoso? Ma soprattutto: perché andare a raccogliere peperoni quando potevo fare un’esperienza utile per la mia carriera?

Sono arrivato in un liceo francese nel settembre 2014. Per dieci mesi ho fatto un po’ di tutto: laboratori di Italiano e Inglese con le prof, controllo degli alunni mentre studiavano, viaggi scolastici, fotocopie in segreteria, sorvegliare in mensa … e anche dei laboratori video. Era il motivo per cui ero venuto. Potevo così continuare la ricerca della tesi di laurea e scoprire se mi sarebbe piaciuto farne una professione.

Durante l’esperienza ho capito che lavorare con gli adolescenti non era la mia strada. “Per caso” ero volontario al cinema locale: un multisala associativo con 100 volontari, 13 dipendenti e 5 sale. Mi piaceva l’ambiente e alla fine dello SVE ho voluto restare per imparare a gestire un cinema (nella migliore nazione europea per farlo).

Ho quindi trovato un servizio civile (pagato dalla Francia) in un monosala francese sull’oceano Atlantico. Qui il rimborso spese era ancora più risicato. Inoltre trovare un appartamento, informarmi sulle assicurazioni, aprire un conto in banca all’esterno non è stato facile. Non mi sono spaventato perché lo SVE mi aveva mostrato che ero capace di cavarmela da solo. Per permettermi il lusso di una macchina ho risparmiato per un mese sull’alloggio raccogliendo peperoni.

Finita questa nuova avventura sono ritornato nel paesino dove facevo le SVE, per salutare degli amici prima del ritorno in Italia. Ero deciso a rientrare per gestire un cinema, grazie alle nuove competenze. Invece sono stato assunto nel multisala devo ero volontario! Da tre settimane sono aiuto-programmazione per sostituire un collega in malattia. Ho anche aperto un sito, www.uncinemainfrancia.com, per raccontare le cose che ho imparato.

Con il direttore che parte in vacanza ad agosto sarò il responsabile della scelta dei film per le 5 sale. Mi viene da sorridere ripensando al cineforum della mia città italiana!

Vedi anche

Altri articoli