Troppa eccitazione, da tutte le parti

Referendum
Una donna vota per il referendum abrogativo sulla durata delle trivellazioni in mare, 17 aprile 2016.
ANSA/  CIRO FUSCO

Brutto clima ad urne aperte, non serve a nessuno

Anche il dato delle 19 – 23% circa – dice che il raggiungimento del quorum è veramente difficile, se non, a questo punto, impossibile. Ma ormai mancano poche ore e le valutazioni politiche possono attendere.

Piuttosto, la cosa che impressiona è il clima sovreccitato che si sente nelle telefonate con i conoscenti, negli scambi d’opinione con i compagni di lavoro e ovviamente sui social network, dove si combatte in queste ore una allucinante campagna elettorale a urne aperte fatta di insulti e prese per i fondelli.

Insomma, un clima da stadio che sclerotizza i favorevoli e i contrari: ed è un brutto clima fomentato da tutte le parti.

Ci sarà tempo e modo per fare ragionamenti politici più che per saldare conti in sospeso. D’altra parte, si sta delineando un risultato talmente chiaro che di vendette non ci sarà proprio bisogno. E meno che mai, per gli sconfitti, di alzare la voce.

Vedi anche

Altri articoli