Travaglio sponsorizza la “donna trivellata”. Che dicono le lettrici del Fatto?

Il Fattone
download

Perché le femministe e le intellettuali politically correct non protestano?

“Trivella tua sorella”, accompagnato dalla vignetta di una donna carponi e di un pozzo che dietro di lei schizza petrolio, è l’elegante slogan scelto dalla campagna per il Sì al referendum del prossimo 17 aprile.

Qualcuno nel frattempo dev’essersi anche scusato, l’immagine continua in ogni caso a girare su internet e il messaggio educativo è evidente a tutti.

La volgarità e il sessismo purtroppo non sono soltanto patrimonio di una frangia marginale di esaltati contrari al progresso e all’energia (quella stessa energia che consente loro di creare e pubblicare questi simpatici documenti di propaganda): anche il direttore del Fatto, che eravamo convinti fosse un gentiluomo, non ne sembra affatto immune.

Così comincia infatti il suo editoriale di oggi: “Matteo Renzi, in grandi ambasce per Mariaele che in quel mentre veniva trivellata dai pm di Potenza…”.

Sì, avete letto bene: “Mariaele” – d’accordo, lo sappiamo da tempo che Travaglio è innamorato pazzo della Boschi, ma tutta questa affettuosa confidenza che vorrebbe essere disprezzo è francamente imbarazzante – non è stata ascoltata dai magistrati di Potenza – come persona informata dei fatti, non come indagata o imputata – ma è stata da loro “trivellata”.

Nella vignetta disegnata da Travaglio c’è dunque, da una parte, una donna colpevole di lavorare molto e di essere di gradevole aspetto, forse carponi; dall’altra ci sono alcuni maschi testosteronici che maschiamente, nel nome della giustizia, la “trivellano”.

Dove sono finite le ragazze e le signore di “Se non ora quando” scese rumorosamente in piazza per protestate contro le “cene eleganti” di Arcore? Dove sono le autorevoli filosofe, economiste, costituzionaliste, antropologhe e femministe che in tv e sui giornali manifestano tutto il loro (legittimo, per carità!) disgusto per questo governo? I sacerdoti del politicamente corretto che si scagliano contro chiunque osi evadere dalla gabbia dell’ipocrisia non hanno nulla da dire? E le lettrici del Fatto, che ne pensano di una donna trivellata?

Vedi anche

Altri articoli