Il seduttore Travaglio: per far ingelosire la Boschi se la prende con altre due ragazze del Pd

Il Fattone
berlusconi-lettera-travaglio

Nel mondo un po’ sghembo in cui vive il direttore del Fatto, fra un verbale di polizia e un’intercettazione pruriginosa, insultare equivale a recitare sonetti d’amore

Per mesi abbiamo seguito con apprensione e umana simpatia la turbolenta non-storia d’amore fra Marco Travaglio, lo spasimante respinto, e Maria Elena Boschi, amata in segreto e dileggiata in pubblico: fino alla richiesta ufficiale di un incontro a due, col pretesto di un dibattito sulla riforma costituzionale, così che Marco potesse finalmente dichiarare a Maria Elena tutto il proprio incontenibile amore.

Oggi la telenovela si arricchisce di un nuovo, sorprendente capitolo. Travaglio, seduttore esperto quanto tenace, ha deciso di rilanciare giocando la carta della gelosia. Anziché insultare la Boschi, che non gli risponde, cercherà di attirarne l’attenzione facendola ingelosire. Come? Semplice, insultando un’altra. Bisogna infatti sapere che nel mondo un po’ sghembo in cui vive Travaglio, fra un verbale di polizia e un’intercettazione pruriginosa, insultare equivale a recitare sonetti d’amore.

Detto, fatto. E siccome la Boschi è, sentimentalmente parlando, un peso massimo, Travaglio oggi per farla ingelosire si lancia a corteggiare (cioè a insultare) non una, ma ben due ragazze. “Mai avremmo pensato di dover scendere così in basso”, scrive il poeta: “Ci scusiamo con i lettori, ma oggi ci vediamo costretti a occuparci di tali Alessia Rotta e Alessia Morani…”. La sensibilità dell’io lirico si trasfigura nel cuore palpitante dell’innamorato, scolora nella malinconia della distanza, e infine erutta felice tutta la passione: “Queste due minori del Novecento assurte al rango di ‘onorevoli’ dopo lo sterminio neuronale dei primi anni Duemila…”.

Insomma, cara Alessia e cara Alessia, siete due deficienti. Due perfette cretine. L’idiozia in persona. In altre parole, sembra proprio che abbiate spezzato il cuore a Travaglio. Tranquille, non è così: è soltanto per far ingelosire Maria Elena.

E dunque buone vacanze a tutte e tre, meravigliose ragazze capaci di far perdere la testa a chiunque, e buone vacanze a Travaglio innamorato e respinto e all’eroica redazione del Fatto che quotidianamente lo sopporta, e buone vacanze, naturalmente e soprattutto, ai lettori che ancora non si sono stufati del Fattone. Ci vediamo a settembre.

Vedi anche

Altri articoli