Sondaggio Index, a Roma al ballottaggio vincerebbe Giachetti

Tom tom
tom tom

Non è affatto detto che tutto l’elettorato di destra voterebbe la grillina Raggi

 

Come abbiamo fatto la settimana scorsa, continuiamo a monitorare i sondaggi sulla “battaglia di Roma” (con la doverosa avvertenza che valgono per quello che valgono, cioè come mere indicazioni di tendenze generalissime) che già dalle prime battute indica una serie di elementi politici molto importanti, fra i quali la forza della candidata grillina Virginia Raggi con la contemporanea (e per certi versi inattesa) “resistenza” del candidato del Pd Roberto Giachetti. Un testa a testa che però questa settimana per la prima volta dà Giachetti vincente al ballottaggio.

Secondo Index Research, infatti, passerebbero al secondo turno Raggi e Giachetti ma quest’ultimo vincerebbe col 54% contro il 44% della Raggi.

Stando a questo sondaggio, la candidata grillina potrebbe addirittura vincere al primo turno ma, come detto, al ballottaggio perderebbe. Questo rimanda ad una questione che terrà banco al momento opportuno: per chi voterà la destra (sconfitta), per Giachetti o la Raggi? Mentre Salvini, la Meloni, oppure Daniela Santanché hanno già detto che non esiterebbero a votare la giovane avvocata, a nostro parere è tutt’altro che scontato che Berlusconi (e Bertolaso e Marchini) farebbero lo stesso. E comunque va sempre ricordato che nei sistemi a doppio turno il ballottaggio rappresenta una partita completamente nuova e diversa. Comunque, al omento – va ripetuto – fra Raggi e Giachetti è testa a testa.

bertolaso-berlusconi-4-300x169

Intanto è da segnalare come anche un altro sondaggio – questa volta di Emg Acqua per Fratelli d’Italia – collochi Giorgia Meloni al terzo posto, dunque fuori dal ballottaggio, con il 20% dei voti. Comunque molto più forte di Bertolaso (10%) e Marchini (9%).

Sembra del tutto vano l’esercizio di sommare i voti dei tre candidati della destra (c’è pure un quarto, Storace) (“se ci fosse un candidato unitario la strada al ballottaggio sarebbe davvero in discesa, si legge su  Il Giornale“) per la buona ragione che proprio la vicenda romana ha spaccato la destra in due parti. Caso mai, sarà interessante vedere se la destra più moderata vorrà unificare le candidature, probabilmente con la rinuncia di Bertolaso a favore di Marchini: tanto per far dire a Berlusconi di “pesare” in egual misura dei “lepenisti” Meloni-Salvini. D’altra parte, lo avevamo già ipotizzato noi diversi giorni fa: e al Corriere della Sera venerdì lo stesso Bertolaso ha menzionato la possibilità di una convergenza su Marchini.

Per quanto riguarda il settimanale sondaggio di Swg non si segnalano, a livello nazionale, grandi spostamenti. Salgono sia Pd e M5S, mentre il dato forse più evidente è il calo della Lega. Ecco la tabella.

swg_25marzo2016

Vedi anche

Altri articoli