Sondaggi, l’irresistibile discesa di Silvio

Tom tom
tom tom

La guida ai sondaggi della settimana

 

Bologna non sarà più”la rossa” ma certamente non è “l’azzurra”, semmai un pochino “la verde”. Secondo gli analisti, la manifestazione di domenica scorsa non avrebbe portato alcun beneficio al partito di Berlusconi che salendo sul palco della manifestazione leghista aveva probabilmente pensato ad un suo ritorno in auge. E invece no (lo avevamo scritto qui poche ore dopo la fine dei comizi bolognesi).

 

=== ATTENZIONE, DISCESA PERICOLOSA ===

Forza Italia sta tentando di uscire dalla sua sostanziale irrilevanza politica ingranando una marcia più alta per agganciare la spider veloce di Matteo Salvini che ormai da mesi le sta davanti di molti metri.Per questo il vecchio pilota Silvio Berlusconi è corso a Bologna: per tentare l’unica manovra possibile: mettersi nella scia della Lega.

E tuttavia l’operazione “estremistica” (è il termine usato da molti forzisti, o ex forzisti) dell’ex Cavaliere non pare premiata dai sondaggi. Caso mai sembra fornire  un po’ di ulteriore benzina proprio a Salvini, che esce da un isolamento “ideologico” e viene in sostanza sdoganato dall’anziano tycoon. Il tutto mentre la rombante Smart di Giorgia Meloni va a rimorchio ma funziona abbastanza. Ecco la tabella di Ixè per Agorà.

CTrgWBgWoAAJfjW

 

=== SVOLTA A SINISTRA ===

Difficile testare Sinistra Italiana, che ancora non è nemmeno un partito ma solo un gruppo parlamentare, nata solo la settimana scorsa. Eppure Swg già la cifra al 4,5%, un livello molto lontano da quel “potenziale bacino del 15%” di cui ha parlato uno dei suoi esponenti di punta, Alfredo D’Attorre, però  interessante.

A chi potrà “rubare”, il nuovo gruppo di sinistra? Non tanto a Renzi (secondo Doxa, Ixè e Swg il Pd tende a crescere) quanto forse a M5S, di cui condivide un tratto antisistema, seppure declinato secondo parametri classici di sinistra. In teoria, SI e Cinque stelle dovrebbero entrare un pochino in competizione: anche per questo non è detto che l’apertura di Fassina ai grillini nel ballottaggio alle comunali di Roma sia stata una manovra giusta o se non rischi di provocare una sbandata appena dopo la partenza.

 

Vedi anche

Altri articoli