Rino Formica spiega le forze occulte che manovrano Renzi

Il Fattone
Il divino Otelma allo stand happiness all' interno di Pitti immagine uomo  7 gennaio 2014 
ANSA/MAURIZIO DEGL' INNOCENTI

Giornali, servizi segreti, Iri, Mussolini: l’ex dirigente socialista vede l’Italia renziana come “terreno di sperimentazione per ‘maghi'”

Strano che nessuno ci avesse ancora pensato: Renzi è un fascista, o almeno ci prova. E’ talmente evidente che ci stupiamo che nessuno se ne fosse ancora accorto, che nessuno avesse ancora pronunciato la parolina magica, l’insulto finale, l’invettiva prêt-à-porter che riscalda i cuori della sinistra che non ha argomenti né ritegno né rispetto per la storia. Ci ha pensato oggi Rino Formica, antico dirigente socialista e mentore di Giulio Tremonti, in una spassosa intervista al Fatto.

Si comincia dalla vendita della Stampa a De Benedetti, emblematica manifestazione del “pensiero unico del partito unico” nonché della “contraddizione nostalgica” dei “residui dei vecchi partiti”. Che significa? Boh. Però Formica è convinto che questa “novità” sia fondamentale perché “riguarda le analogie con le esperienze autoritarie del Novecento”. Il Duce, si sa, comprava giornali.

Ma non è tutto: oggi, ammonisce il nostro eroe, “c’è lo Stato che tende a farsi partito. Ed era già accaduto con Mussolini”. Le prove? “Questa fusione tra Stampa e Repubblica”, insiste Formica. Ma questo l’ha già detto. C’è altro? Sì, certo: “mettere Carrai ai servizi segreti”. Ah, ecco. E “se esistesse ancora l’Iri”, come ai bei tempi di Formica, “avremmo anche il controllo del potere economico”.

Attenzione, però: Renzi, che pure “è un senzadio”, non agisce da solo. Anzi, potrebbe essere un burattino nelle mani di forze occulte. Le forze occulte, si sa, non mancano mai: anche perché hanno il vantaggio, essendo occulte, di non aver bisogno di prove della loro esistenza. “L’Italia – sentenzia il partigiano Formica – è un terreno di sperimentazione per molti ‘maghi’ che girano indisturbati per il mondo”.

Dunque, ricapitoliamo: ci sono in giro per il mondo dei “maghi” che vogliono rifare il fascismo perché hanno nostalgia dei vecchi partiti; gira e gira, finalmente questi “maghi” trovano Renzi; lo studiano per un po’, poi finalmente decidono di agire, e senza indugi costringono la Fiat a vendere la Stampa; non paghi, costringono Marco Carrai, che da anni si occupa di sicurezza informatica, ad occuparsi di sicurezza informatica; cercano anche l’Iri, ma purtroppo non la trovano; stanchi ma soddisfatti, raccontano tutto a Formica che lo racconta al Fatto. L’Italia è un paese meraviglioso.

Vedi anche

Altri articoli