Quattro morali e cinque capi

M5S
di-maio-fico-grillo

Il MoVimento 5Stelle ha fatto della propria sedicente purezza la barriera identitaria tra sé e gli altri. Questo impianto è crollato

Il partito che ha fatto della propria sedicente purezza, trasparenza, diversità, la barriera identitaria che ha frapposto tra sé e gli altri per provare a convincere i cittadini a consegnarli le chiavi del potere, è il Movimento Cinque Stelle. Gli ultimi giorni stanno sciogliendo come neve al sole questo loro impianto ideologico e velleitario.

Regole certe, trasparenti, comunicate preventivamente e da tutti conosciuti, la chiarezza di una struttura decisionale, la trasparenza sui finanziamenti, la certezza sulla natura degli organi interni. Sono queste le basi in discussione in queste ore nella Commissione Affari Costituzionali della Camera, come ossatura di una “Legge sui Partiti” che dia a questo paese, finalmente, strumenti per poter attuare fino in fondo quello che secondo noi democratici è il senso più profondo dell’Art. 49 della Costituzione: «Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale».

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli