Perché dire sì ai Giochi olimpici

Roma
The Olympic games logo Roma 2024 at Palazzetto dello sport in Rome, Italy, 14 December 2015 
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Basta dividere il mondo in bianco e nero, in sì e in no. Superiamo la retorica e affrontiamo i singoli problemi con competenza

Sono sempre più convinta che Roma debba candidarsi per l’organizzazione delle Olimpiadi del 2024. Ci penso e ripenso da giorni. E voglio scriverlo chiaramente: le Olimpiadi sono, da più di un punto di vista, un’immensa occasione per il nostro Paese che da troppo tempo ormai è immobile, bloccato da una contrapposizione che ha trasformato la politica in un eterno gioco delle parti. Maggioranza contro opposizione. Opposizione contro maggioranza.

Il momento è delicato e i Cinquestelle finora hanno interpretato il mal di pancia dei cittadini. Stiamo assistendo a delle politiche caratterizzate dall’utilizzo di categorie: i puri e i corrotti, i santi e i peccatori, quelli vicini ai poteri forti e quelli che lottano per il popolo. Come se fosse possibile sempre dividere tutto e tutti in buoni e cattivi

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli