Pensioni, la svolta buona

Pensioni
poletti-sindacati

La scelta dell’apertura del confronto con il sindacato non è soltanto una operazione di facciata

L’incontro tra Cgil, Cisl e Uil e Ministero del Lavoro sui temi delle pensioni e del mercato del lavoro, può rappresentare una interessante novità nel panorama politico. Tutti conoscono l’avversione di questo Governo nei confronti della concertazione e, se la scelta dell’apertura del confronto con il sindacato non è soltanto una operazione di facciata concepita come una tantum, possiamo considerarla una piccola svolta. Dall’incontro di ieri non è ancora emerso nulla di concreto ed i sindacati stanno aspettando la calendarizzazione dei prossimi incontri. Ma già questo, a ben vedere, è una novità. Quello che noi ci auguriamo è che sia iniziata una nuova stagione di confronto tra il Governo e le parti sociali, che non significa il ritorno alla vecchia concertazione, ma neanche la pretesa di decidere senza ascoltare nessuno. Se la riforma Fornero, che abbiamo largamente criticato, poteva avere una sua ragione d’essere a causa della situazione di assoluta emergenza con la quale ha dovuto confrontarsi il governo Monti, adesso la situazione è totalmente cambiata.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli