Pd, l’errore degli addii

Pd
manifestazione pd roma

Una riflessione sull’unità del partito e la scelta di chi ha lasciato

Quando qualcuno abbandona il partito non è mai un sollievo, è sempre un fatto negativo. La pensavo così anche quando alcuni anni fa, segretario Bersani, diversi amici provenienti dalla Margherita – tra cui Rutelli, che era stato uno dei fondatori del Pd – decisero di uscire. La penso così anche oggi e, anche oggi, credo che la motivazione di chi ha scelto di lasciare il Pd sia profondamente sbagliata. Allora, nel 2009, si riteneva che la gestione di Bersani stesse allontanando il Pd dal suo progetto originario, schiacciandolo sull’identità degli ex ds.

Continua a leggere. Abbonati a l’Unità

Vedi anche

Altri articoli