Ormai prendere la metro a Roma è rischioso. Qualcuno intervenga

Roma
Roma 01.11.2007 - Linea metropolitana - fermata Tor di Quinto e campo di extracomunitari adiacente.
nella foto: una ragazza appena scesa dal treno alla fermata Tor di Quinto
ALESSANDRO DI MEO

Oggi l’ennesimo incidente nella principale linea della metro della Capitale: situazione ormai insostenibile

Anche oggi. E’ successo anche oggi. L’ennesimo incidente nella metropolitana di Roma, stamattina. Sembra per un guasto ad un treno della metro. Conseguenza, un parte della linea principale bloccata per ore, passaggeri a piedi nella galleria, tensione, ritardi, improperi vari. Ormai è come una guerra. Uno esce la mattina e non sa se e quando tornerà la sera. Ormai prendere la metro a Roma è rischioso.

Non si può non condividere quello che ha detto oggi l’ex assessore ai trasporti del Comune di Roma, Stefano Esposito: «Avevo già detto che ci voleva fortuna e una preghiera ogni mattina. Oggi sinceramente mi viene da piangere. La situazione della metro è molto delicata. È necessario nominare un commissario straordinario dotato di risorse e deroghe specialissime per i trasporti a Roma. Bisogna decapitare i vertici di Atac, un’azienda che deve essere rivoltata come un calzino».

Davvero non si può andare avanti così. Fra due mesi arriveranno migliaia e migliaia di pellegrini, oltre alla moltitudine di lavoratori romani che hanno l’ovvio diritto di muoversi nella completa sicurezza. Servono interventi. Servono soldi. Il Governo, la Regione, chi vi pare, intervengano. Il commissario prefettizio avrà questo problema da affrontare, come prima cosa.

 

Vedi anche

Altri articoli