Occhio ai pericolosi ciarlatani

ControVerso
vaccini

Distinguere fra libera scelta e costrizione non è certo facile, ma il fenomeno si va diffondendo ed esige risposte adeguate

Le cronache ci consegnano periodicamente casi di persone che muoiono per avere rifiutato cure necessarie e consigliate. Bambini che non vengono vaccinati, persone che rifiutano i trattamenti chemio o le trasfusioni, individui che confidano in cure palliative, del cui valore la scienza dubita in maniera radicale.

La questione è delicata, perché, in linea di principio, nessuno può essere obbligato a curarsi o a curarsi in un certo modo. Se una persona, colpita da un cancro, preferisce soccombere alla malattia, anziché affrontare cure faticose dovremmo, credo, rispettare la sua libertà. C’è però la condizione dei minorenni, le scelte di cura o di non cura dei quali, vengono esercitate dai genitori. Situazioni queste in cui credo sia legittimo che lo Stato e il medico si sostituiscano in modo deciso ai genitori.

È il caso per esempio delle vaccinazioni, la cui validità è dimostrata ormai da decenni e il non- vaccinato rapprenda un pericolo per sé e per gli altri. Distinguere fra libera scelta e costrizione non è certo facile, ma il fenomeno si va diffondendo ed esige risposte adeguate. A cominciare da una difesa strenua della razionalità scientifica. La scienza non è perfetta, procede per aggiustamenti anche essa, sbaglia, ma sa correggersi.

Lo spazio che in Italia viene dato, spesso con l’avvallo anche di istituzioni pubbliche, a ciarlatani di vario tipo, produce risultati sicuramente assai peggiori. Per anni abbiamo discusso, e continuiamo a farlo, di improbabili guaritori, che hanno trovato riparo nel dolore delle famiglie e nella complicità di qualche magistrato. Chi invece ha la responsabilità di formare l’opinione pubblica dovrebbe erigere una barriera insuperabile ai continui attacchi che vengono rivolti alla scienza e la smettano di inseguire, per qualche copia in più o per qualche voto in più, improbabili propagatori di filosofie new age, naturiste e magiche .

Vedi anche

Altri articoli