Non solo Riace: il Sud rilancia l’accoglienza

Immigrazione
immig

L’avventura comincia con gli sbarchi nel Meridione e qui si moltiplicano i progetti per i migranti

Il nostro Paese è tornato al centro dei flussi migratori. In base agli ultimi dati del ministero dell’Interno, i migranti arrivati via mare dal primo gennaio a oggi in Italia sono 25350. Il 2015 aveva registrato in tutto 23800. «Sulla prima accoglienza il Sud Italia è un po’ tutto coinvolto, con Lampedusa che ha fatto molti sforzi in questo senso», racconta il sottosegretario Domenico Manzione, «I primi tre porti d’arrivo sono quelli di Augusta, Pozzallo e Lampedusa appunto». «I migranti, una volta giunti, vengono divisi su base regionale e nel sud sono così suddivise nelle strutture temporanee di accoglienza: Abruzzo (2063), Basilicata (1045), Calabria (1752), Campania (6900), Puglia e Sardegna (2700 ognuna) e Sicilia (5000)». Ma il passo successivo, quello dell’integrazione, è un percorso più lento

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli