Lotta al terrorismo. Non perdete più tempo

Terrorismo
kamikaze

Dietro quel corpo devastato dall’esplosivo, c’è anche l’ultimo brutale e primitivo messaggio inviato dal Califfato

Nell’elenco delle tragedie del mondo moderno, abbiamo aggiunto il video del kamikaze ferito dell’Isis nell’aeroporto internazionale di Istanbul. Uno dei tre attentatori suicidi che compie il gesto estremo di farsi saltare in aria. È il nuovo fermo immagine che getta ancora una volta il mondo intero, e noi europei alla vigilia dell’estate vacanziera, nel panico del terrorismo. Dietro quel corpo immolato al martirio della radicalizzazione estrema, gesto inaccettabile e da noi ancora difficilmente comprensibile, non c’è solo una agghiacciante storia psicopatologica, non ci sono l’effetto atroce della predica dell’odio, la retorica dell’eroico suicidio legato alla mitologia della jihad, la propaganda rabbiosa contro l’Occidente, la subcultura della morte mistica che trascina con sé innocenti in un abbraccio mortale.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli