Non cambieremo le nostre vite

Terrorismo
Un vagone della metro sventrato da un'esplosione nella stazione Maelbeek in una immagine ripresa da un autista e pubblicata sul profilo Twitter da Stib, la società di trasporti belga, 22 marzo 2016. 
 TWITTER +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO? ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L?AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++

Credo che, se anche fosse colpita l’Italia (purtroppo è nell’ordine delle cose possibili), non dovremmo piegarci mai

I terroristi ci possono colpire e spaventare, ma non potranno vincere. Ha detto di recente Shimon Peres: «È impossibile ricordare qualunque cosa che un terrorista abbia ottenuto, salvo che uccidere delle persone». La scommessa del terrore punta, ovviamente, a condizionarci, e a cambiare le nostre vite. Dobbiamo impedirlo, e siamo in grado di farlo. Sono stato a Parigi e Strasburgo dopo gli attentati, ed era facile scrutare l’inquietudine nei volti delle persone nelle stazioni e negli aeroporti; a Roma, la mia città, i flussi turistici dallo scorso novembre non si sono ancora ripresi. Tornerò presto a Bruxelles e, come tutti coloro che la frequentano, tornerò senza alcuna paura.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli