Morti in mare: occhi chiusi dei Paesi ricchi

Immigrazione
migranti-libia-barcone-naufraghi-20160418130200

L’egoismo dei Paesi ricchi e l’invasione che non c’è

Venti donne sono morte asfissiate nella stiva di una carretta del mare che, come tante, solca praticamente ogni giorno il Mediterraneo. Una nuova tragedia, altre vittime innocenti che portano a tremila i morti dall’inizio dell’anno nel solo Mediterraneo. Un dramma senza fine al quale l’Europa sembra assistere silente. I Grandi della Terra chiudono gli occhi di fronte a queste stragi di innocenti e non ascoltano le accorate grida d’allarme, le disperate richieste di aiuto che giungono dalle periferie del pianeta.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli