Manconi: “Non voto la fiducia su una legge che crea discriminazioni tra i bambini”

Unioni civili

Il senatore Luigi Manconi intervenendo a Palazzo Madama spiega i motivi per cui, in dissenso dal gruppo, non partecipa al voto di fiducia sul ddl Cirinnà

“Esprimo il mio dissenso dal gruppo e la mancata partecipazione al voto di fiducia”. Il senatore Pd, Luigi Manconi, in aula al Senato spiega i motivi per cui non ha voluto votare la fiducia al ddl Cirinnà. “Con lo stralcio dell’articolo 5 – sottolinea – è stato introdotto un fattore di sperequazione assai grave non tanto tra le coppie omosessuali e le coppie etero, ma in particolare tra figli destinati all’adozione da parte di coppie etero e figli destinati all’adozione di coppie omosessuali. Dietro questa scelta- aggiunge il senatore dem – c’è un approccio culturale che intende negare un’istanza legale può esserci in una domanda di unione civile e che mira a neutralizzare il valore etico di unione civile e mira a ridurlo a mero contratto”.

Vedi anche

Altri articoli