L’opposizione a Francesco

Vaticano
Pope Francis waves as he leaves at the end of  his weekly general audience in St. Peter's Square at the Vatican, Wednesday, Feb. 5, 2014. A U.N. human rights committee denounced the Vatican on Wednesday for “systematically” adopting policies that allowed priests to rape and molest tens of thousands of children over decades, and urged it to open its files on the pedophiles and the bishops who concealed their crimes. (AP Photo/Alessandra Tarantino)

L’esasperazione mediatica di casi plateali è volta a screditare il papa, come fosse inaffidabile

I continui e pesantissimi attacchi a papa Bergoglio non vengono da chi si oppone alle sue riforme. La sua maggioranza, quella che lo ha eletto, composta di varie anime, condivideva l’ urgenza non più procrastinabile di riformare la Curia e tanta parte dell’organizzazione della chiesa istituzionale. Ebbene quella maggioranza esiste ancora, e ne fanno parte anche molti considerati tradizionalmente “conservatori”.

 

Per continuare a leggere l’articolo, abbonati a l’Unità

Vedi anche

Altri articoli