Lo scoop del Fatto sul Pd che vota Sì

Il Fattone
Il Ministro delleRiforme Maria Elena Boschi e il Presidente del Consiglio Matteo Renzi in Senato  durante il voto finale DDL Rifome Costituzionali (Seconda deliberazione del Senato), Roma, 20 Gennaio 2016, ANSA/GIUSEPPE LAMI

La sorprendente scoperta del giornale di Travaglio sul comitato referendario

A volte ci facciamo prendere la mano, a volte esageriamo, a volte la nostra quotidiana polemica col Fatto diventa eccessiva, ma su un punto dobbiamo senza indugi rendere onore al giornale di Marco Travaglio: le notizie. Sarà pure di parte, il Fatto, sarà pure insopportabilmente fazioso, ma quando c’è da pubblicare una notizia inedita, inaspettata, incredibile ma vera, è sempre coraggiosamente in prima linea.

Oggi, per esempio, ha scoperto che il Pd farà campagna per il Sì al referendum costituzionale. Nessuno lo sapeva, nessuno lo sospettava: e non possiamo non ringraziare Travaglio per la sensazionale rivelazione, che giustamente apre la prima pagina. “Il 14 maggio si è costituito in sordina il comitato pro-riforme, animato da un dirigente dem”, leggiamo increduli e curiosi. Non è ben chiaro che cosa significhi “in sordina”, visto che lo scorso fine settimana alcune decine di migliaia di attivisti hanno dato vita a migliaia di banchetti per raccogliere le firme in ogni città: ma la sostanza dello scoop non cambia.

Ci immaginiamo l’arrivo trafelato in redazione di Wanda Marra, l’abile cronista responsabile della clamorosa scoperta: “Marco, non ci crederai ma ho scovato una notizia incredibile”. “Spara”. “Il Pd ha costituito un comitato per il Sì”. “No!”. “Sì!”. “Intendi proprio il Pd, quel Pd lì, Wanda?”. “Sì Marco, proprio quel Pd lì”. “Quello di Renzi?”. “Giuro, Marco: quello di Renzi”. “Non ci posso credere”.

Già, come diavolo sarà venuto in mente al Pd di azzardare una mossa così spregiudicata? Il Fatto ha una risposta a tutto: il comitato serve a incassare i rimborsi previsti dalla legge (500.000 euro), non ad altro. Pare che anche il No abbia dato vita ad un suo comitato: ma è più che giustificato, scrive il giornale di Travaglio, perché “non ha partiti alle spalle” (a parte il Movimento 5 stelle, Forza Italia, Fratelli d’Italia, la Lega Nord, Sel, Sinistra italiana: ma si tratta di dettagli), e per di più “ha già fatto una delibera dichiarando che i soldi non spesi verranno restituiti”. E se, come peraltro la legge prevede e consente, li spendesse tutti? Che importa: veri democratici si nasce, e loro modestamente lo nacquero.

Scrivi la tua opinione su Unità.tv

Vedi anche

Altri articoli