Livorno e l’incompetenza del sindaco: a rimetterci saranno i lavoratori dell’Aamps

M5S
670_400_1_134587_20151209_094122

Il Sindaco di Livorno Filippo Nogarin continua a inanellare pessime figure senza produrre risultati concreti, si fermi finché è in tempo

Come sempre il Movimento Cinquestelle quando deve passare dalle parole ai fatti non ne azzecca una. Oggi, ad esempio, il sindaco Nogarin deve incassare il blocco da parte del Collegio dei revisori dei Conti di Aamps, per la delibera di prenotazione del concordato. Il motivo? A quanto pare la procedura di concordato, il coniglio che Nogarin ha tirato fuori dal cilindro per salvare la società, costerebbe più di un milione e mezzo di euro tra costi giudiziari, tecnici e di liquidazione.

Insomma, tra annunci di salvataggio dell’azienda, espulsioni di consiglieri e di dissidenti, il sindaco Nogarin continua a inanellare pessime figure senza produrre risultati concreti. E la cosa peggiore è che, per l’incompetenza del sindaco pentastellato di Livorno, a rimetterci saranno i lavoratori dell’azienda e quelli delle imprese legate dell’indotto che, con la scelta sciagurata del concordato, subiranno gravi conseguenze.

Nogarin si fermi finché è in tempo e affronti le questioni senza pregiudizi ideologici, a cominciare dal piano industriale predisposto dall’azienda e che ancora non è stato attuato.

Vedi anche

Altri articoli