Le banche popolari dopo la riforma

Banche
Foto Fabio Ferrari / LaPresse09 01 2012 Torino, ItalianewsFoto Stock - BancheFoto Fabio Ferrari / LaPresse09 01 2012 Turin, ItalynewsStock Picture - Bank

Dovrebbe far parte del chiarimento sul futuro dell’Unione monetaria richiesto da Mario Draghi al Consiglio europeo anche una riflessione sulle carenze che presenta l’attività di Vigilanza bancaria. Sarebbe più che giusto. Gli sviluppi del progetto di aggregazione tra il Banco Popolare e la Popolare di Milano, il primo caso del genere dopo la riforma delle […]

Dovrebbe far parte del chiarimento sul futuro dell’Unione monetaria richiesto da Mario Draghi al Consiglio europeo anche una riflessione sulle carenze che presenta l’attività di Vigilanza bancaria. Sarebbe più che giusto. Gli sviluppi del progetto di aggregazione tra il Banco Popolare e la Popolare di Milano, il primo caso del genere dopo la riforma delle banche popolari, meriterebbero una profonda riflessione soprattutto per i rapporti tra i due partner e la Vigilanza unica europea. Da oltre due mesi il progetto è stato elaborato ed è stato sottoposto all’esame della Vigilanza a Francoforte. Da allora sono iniziati i “viaggi della speranza”, da parte di Pier Francesco Saviotti e Giuseppe Castagna,rispettivamente amministratori delegati del Banco e della Bpm, per discutere dell’iniziativa apportando ad essa le modifiche di volta in volta richieste dall’Organo di controllo.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli