L’argine s’è rotto

Europa
ARCHIV - Die Quadriga auf dem Brandenburger Tor in Berlin ist am 24. Maerz 2007 durch eine EU-Fahne zu sehen.Das Bundesverfassungsgericht in Karlsruhe will am Dienstag, 30. Juni 2009, seine Entscheidung ueber den Reformvertrag von Lissabon verkuenden. (AP Photo/Jan Bauer)  ** zu unserem KORR ** --- FILE - In this March 24, 2007 file photo the Quadriga ontop of the Brandenburg Gate in Berlin is seen shining through a European flag.  (AP Photo/Jan Bauer)

Le ragioni dell’avanzamento delle forze anti-sistema variano da Paese a Paese ma si possono sintetizzare nell’incapacità di riformare e riformarsi a livello nazionale e europeo

A prescindere dall’esito finale e della tenuta del blocco europeista, l’argine si è rotto e per la prima volta dal 1945 una estrema destra che proviene direttamente dal nazismo ha sfondato. A prescindere dai decimali di differenza. È un terremoto. Un dato forse non così sorprendente e che conferma una tendenza ormai consolidata in praticamente tutto il vecchio continente: una crescente marginalizzazione delle forze conservatrici e socialdemocratiche tradizionali a favore di partiti o movimenti che di volta in volta assumono le sembianze di populisti, radicali, estremisti di destra o sinistra, antiglobalisti o xenofobi, comunque anti- sistema. Le ragioni dell’avanzamento delle forze anti-sistema ovviamente variano da Paese a Paese ma si possono sintetizzare nell’incapacità o nell’esaurirsi della forza propulsiva delle forze tradizionali di riformare e riformarsi a livello nazionale e europeo, rendendosi così incapaci quando non corresponsabili delle gravi crisi del nostro tempo, dalla sfida migratoria alla minaccia del terrorismo, dalla stagnazione economica alla fine di un certo mondo produttivo e sociale s

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli