L’apocalittico Furio Colombo: in Francia ci sono tre destre

Il Fattone
furiocolombo-video_hd.original

Il Fatto e Furio Colombo si occupano delle elezioni….in Francia

Ieri si è votato in Spagna, ma sul Fatto di oggi Furio Colombo commenta le elezioni regionali francesi. In attesa di conoscere la sua opinione sul referendum per l’indipendenza della Scozia e sulle presidenziali americane che per la prima volta hanno portato un nero alla Casa Bianca, leggiamo l’incipit fulminante: “Circola una leggenda su ciò che sta succedendo in Francia dopo le elezioni regionali: la destra ha perso”. Falso, ci illumina l’aristotelico Colombo: se la destra avesse perso, “avrebbe dovuto vincere la sinistra”. Ma questo non è successo “perché nella Francia di Hollande non c’è nessuna sinistra”.

E’ un’affermazione impegnativa destinata a incidere sul futuro dell’Europa. Già all’indomani delle ultime elezioni greche il Fatto aveva titolato “Tsipras uccide la sinistra”; ora è il turno della Francia: per la povera sinistra  sembra proprio non esserci scampo. A Parigi, secondo l’illuminato analista, si contendono il potere non una, non due, ma addirittura tre destre: c’è “la destra detta ‘socialista’ impegnata a bombardare dovunque fosse possibile”, c’è “la destra esibizionista ma abile a coprire le impronte, quella di Sarkozy” (non ho idea di che cosa significhi questa frase, ma sicuramente significherà qualcosa), e c’è infine “una frangia estremista” capeggiata da Marine Le Pen che “è stata rimessa in coda”. Da chi? Dalle altre due destre, naturalmente.

Povera Francia: senza Colombo, Travaglio e Grillo è ormai un paese alla deriva. E speriamo che si conservi così ancora per molti anni.

Vedi anche

Altri articoli