La sfida è riuscire a cogliere le paure e trasformarle in fermenti

Community
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Una delle missioni della sinistra è quella di unire: campagne e città, Nord e Sud, nativi e immigrati, giovani e anziani, lavoratori dipendenti e autonomi, occupati e non

Mi ritrovo nei toni e nell’approccio dell’intervento di Gianni Cuperlo su l’Unità del 20 luglio scorso. Alla parola coalizione preferisco l’altra: patto. Non è facile, oggi, stabilire un patto con forze e istanze che si muovono nella società.

Può sembrare, questo, un discorso fumoso. Eppure le questioni aperte in Italia e nel mondo, gli stessi interrogativi sul futuro della democrazia non possono ridursi a un problema di leadership. E non si tratta solo di tornare a parlare al “nostro popolo”. No: la sfida è di cogliere sentimenti e inquietudini di coloro che non si sono mai percepiti in un “popolo”.

Una delle missioni della sinistra è quella di unire: campagne e città, Nord e Sud, nativi e immigrati, giovani e anziani, lavoratori dipendenti e autonomi, occupati e non. Contrastando così il “divide et impera”, che rappresenta una strategia di dominio fin dai tempi antichi.

Un nesso importante lega le parole “tremare” e “fremere”. Oggi in Italia e nel mondo vi sono tante persone scosse dalla paura: dal timore di perdere il lavoro o di non riuscire a trovarlo, dalla minaccia terroristica, dalle incertezze sul domani. Si tratta allora di interpretare ciò e di impegnarsi con passione per volgere tali paure in fermenti. Occorre trasformare i sentimenti diffusi di rabbia, di impotenza e di frustrazione in spinte positive al fine di realizzare condizioni dignitose di vita.

Del lessico di Cuperlo apprezzo un altro vocabolo: “campo”. Perché è dal campo dei socialisti e dei democratici europei che bisogna ripartire per rispondere alle sfide immani poste fra l’altro dalle pulsioni xenofobe e dalla demagogia. Il Pd può offrire al riguardo un contributo prezioso e decisivo. Già: il Pd.

Come non condividere l’idea di uno spazio di confronto sull’organizzazione del partito, su come concepire la sua presenza nei vari contesti? Questioni non nate adesso, ma divenute ora cruciali, intimamente legate al futuro della civiltà liberale e democratica.

Vedi anche

Altri articoli