La Pira, profeta di pace

IeriOggi
Guerra-Vietnam

Sono passati cinquant’anni dalla guerra del Vietnam ma le ferite che quel conflitto ha provocato non si sono ancora totalmente rimarginate

Sono passati cinquant’anni dalla guerra del Vietnam e, nonostante la grande vitalità e il dinamismo che si respira oggi nelle strade brulicanti di Hanoi e saigon, le ferite che quel conflitto ha provocato non si sono ancora totalmente rimarginate. Troppo a lungo è durato, troppo grandi sono state le perdite umane e materiali e troppo profonda è stata la frattura che la guerra del Vietnam ha creato nella politica mondiale. Una frattura che non solo ha diviso fra di loro paesi e continenti ma che è penetrata profondamente all’interno sia dei paesi protagonisti di quella guerra, come gli stati Uniti, che dei paesi che ne sono stati testimoni-partecipanti come le democrazie europee. Il conflitto vietnamita è infatti entrato nella lotta politica quotidiana di tutti i paesi occidentali e la sua interpretazione è rimasta per molti anni elemento di divisione fra falchi e colombe, fra coloro che speravano in un progresso universalistico della politica mondiale e coloro che si fondavano invece esclusivamente sulla forza delle armi e del potere economico.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli