La Lazio perde in campo e pure fuori. La vergogna dei cori razzisti

Stopper
SSC Kalidou Koulibaly (C) reacts during the Italian Serie A soccer match between SS Lazio and SSC Napoli at the Olimpico stadium in Rome, Italy, 03 February 2016.  ANSA/ETTORE FERRARI

Il Napoli passeggia a Roma. Ma la notizia, ancora una volta, sono gli ululati razzisti contro Koulibaly. Partita sospesa per 4 minuti

Il Napoli passeggia a Roma contro quel che resta della Lazio che l’anno scorso centrò clamorosamente la qualificazione ai preliminari di Champions League. 2-0 nei primi minuti del match con le firme del solito Higuain (23 gol in campionato) e di un Callejon che ha ritrovato la vena realizzativa dei giorni migliori. Per il resto della partita partenopei che hanno controllato agevolmente la gara e biancocelesti incapaci di creare occasioni da gol che potessero impensierire la porta del portiere spagnolo Pepe Reina. La cronaca della partita finisce qui. (A lato il video) 

kou-instagramA far discutere sono invece, ancora una volta, i comportamenti vergognosi di parte della tifoseria laziale. Prima i soliti cori contro Napoli e i napoletani e poi gli odiosi ululati razzisti contro il difensore degli azzurri Kalidou Koulibaly, colpevole di avere la pelle scura e di non giocare per la Lazio, dato che gli ignoranti pseudotifosi biancocelesti sono soliti prendere di mira solo i “neri” delle squadre avversarie e risparmiare quelli che militano per il club di cui si professano sostenitori.

Siamo al minuto 67, la partita è già ampiamente in ghiaccio. Per l’arbitro Irrati la misura è colma. Partita sospesa e negli altoparlanti dell’Olimpico semideserto risuonano gli avvisi che intimano ai tifosi di smetterla, pena la sconfitta a tavolino. La pausa forzata dura 4 minuti. Poi si ricomincia e si arriva stancamente al novantesimo. Una partita che la Lazio ha perso sia in campo che sugli spalti, nonostante lo stadio mezzo vuoto e lo sciopero degli ultras che va avanti da mesi. Evidentemente la barbarie non si annida solo in curva.

https://twitter.com/keitabalde14/status/695035812988239872

 

 

Vedi anche

Altri articoli