La favola del compagno Denis

Politica
Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ospite al programma televisivo ''In 1/2 ora'', negli studi Rai di via Teulada a Roma, 4 ottobre 2015. ANSA/GIORGIO ONORATI

Perché gli oppositori esterni e interni a Renzi si concentrano ossessivamente su Verdini, amplificando un dettaglio al punto da nascondere il quadro?

Denis Verdini e i parlamentari che con lui hanno dato vita al gruppo Ala non sono un nuovo pezzo della maggioranza di Renzi. Verdini e i parlamentari che con lui hanno dato vita al gruppo Ala sono un vecchio pezzo di Forza Italia che, dopo quelli guidati da Alfano e da Fitto, ha lasciato il partito di Berlusconi. Questo è il dato politico da cui partire: la coalizione guidata dal Cavaliere alle elezioni del 2013 (con buoni risultati: appena lo 0,37% sotto quella guidata da Pierluigi Bersani) è oggi un accampamento disordinato e litigioso, privo di una guida e di una strategia. Forza Italia ha perso 37 deputati su 97 e 49 senatori su 98. I professionisti dell’antiberlusconismo dovrebbero festeggiare, e organizzare un girotondo di ringraziamento intorno a palazzo Chigi.

Per continuare a leggere, abbonati online.

Vedi anche

Altri articoli