La doppia morale

M5S
Il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, nella sala consiliare del Municipio per il Consiglio comunale che dovra' esprimersi sull'atto di indirizzo della giunta per avviare il percorso di concordato preventivo dell'Aamps, l'azienda di raccolta rifiuti di Livorno al cento per cento di proprietà del Comune, da presentare, domani, all'assemblea straordinaria dei soci della partecipata, 30 novembre 2015. I lavoratori dell'azienda sono in stato di agitazione da giorni e chiedono il ritiro dell'atto di indirizzo. ANSA/FRANCO SILVI

Per il M5S la cultura del diritto si trasforma in strategia della campagna elettorale

Oggi e sempre, più che di “garantismo”, termine che di per se vuol dire poco, dovremmo parlare della cultura delle garanzie costituzionali per chiunque sottoposto ad un procedimento giudiziario, ma, come molte altre volte, siamo chiamati a commentare l’uso strumentale della giustizia a fini di consenso, come troppo spesso capita nella nostra vita pubblica, provocando guasti e distorsioni. Il Movimento Cinque Stelle si è trovato ad avere a che fare con questo principio cardine della cultura di diritto, molto prima di quanto pensasse. È di sabato un avviso di garanzia per il Sindaco Nogarin di Livorno. Prima si era avuto quello per un assessore. Prima ancora inchieste a Bagheria e a Quarto.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli