La corsa del gambero del M5S verso il proporzionale

ControVerso
Porcellum: il Parlamento italiano è illegittimo?

Certo i grillini sono fantastici. Chiedono il proporzionale e dichiarano che non si alleeranno mai con nessuno

I Cinquestelle sul proporzionale fanno solo da battistrada. Altri seguiranno. Certo i grillini sono fantastici. Chiedono il proporzionale e dichiarano che non si alleeranno mai con nessuno. Escluso quindi che possano raggiungere il 51% dei votanti è come se dicessero «mettetevi d’accordo fra di voi che noi restiamo a l l’opposizione tutta la vita. Da dove potremo passare il tempo a insultarvi senza alcuna responsabilità».

Una volta c’era la “conventio ad excludendum”nei confronti del PCI. I 5 Stelle sembra la vogliano imitare, ma al contrario. Facendo la conventio ad “auto excludendum”. Si mettono il veto da soli. Senza contare l’amore per le preferenze e la bocciatura della democrazia referendaria, che all’epoca, secondo il principio dell’1 che vale 1, bocciò le preferenze. Ma la voglia di proporzionale è forte. Perché il proporzionale ha due vantaggi evidenti.

Assicura un posto al sole praticamente a tutti e consegna a ciascuna forza un discreto potere di interdizione e di ricatto. Forse per questo i grillini sono favorevoli. Col proporzionale in effetti 1 vale 1.

Nel senso che anche se prendi il 40% dei voti devi metterti d’accordo con quello che ha preso il 2% e il Parlamento diventa un’enorme e continua stanza di compensazione. Ora che la democrazia debba essere rappresentativa della volontà popolare siamo tutti d’accordo. Ma essa deve anche produrre un sistema di governo efficace.

I paragoni con la prima Repubblica valgono assai poco. Perché non c’è più il PCI e la famosa conventio e perché il mondo si è messo a correre a velocità doppia. Anche i grillini corrono a velocità doppia. Ma nella direzione dei gamberi

Vedi anche

Altri articoli