La compagnia degli smemorati

Politica
Il ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri, Roma, 20 febbraio 2015. ANSA/ ALESSANDRO DI MEO

La ministra Guidi, a differenza di quanto successo in passato, senza attendere richieste di dimissioni ha rassegnato il suo mandato

Diciamo le cose come stanno. C’è un dato oggettivo e riscontrabile, ed è la condotta di un Governo che sta segnando uno stacco qualitativo rispetto al passato, non solo nella determinazione con cui sta cambiando il Paese, ma anche nel modo in cui gestisce certi passaggi difficili e spinosi, com’è la vicenda Guidi.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli