La balena bianca

ControVerso
UNITA32_20160723115003450

La balena bianca esiste davvero ed è stata avvistata e fotografata in questi giorni nelle acque di Port Stephen in Australia.

Moby Dick era il nome dato da Melville alla balena bianca protagonista del romanzo che porta il suo nome. Assente nella prima parte del romanzo, ma sempre al centro dei pensieri del capitano Achab, che la cerca e cerca la sua vendetta dopo che a causa sua ha perso una gamba; poi, quando viene avvistata diventa una presenza concreta e terribile, che condanna a morte Achab e l’intero equipaggio della Pequod, nella battaglia che si ingaggia.

È stato il primo libro che ho letto, in una versione ridotta per ragazzini, ed anche la storia che ho raccontato molte volte ai miei figli bambini per farli addormentare. Sufficientemente avventurosa, sufficientemente paurosa. Infatti gode anche di un’ampia filmografia, che almeno nella prima parte del secolo scorso, fa soprattutto leva sul carattere «mostruoso» della balena bianca. La quale per la verità non c’entra niente, perché come fa notare ad Achab un membro dell’equipaggio non è lei che cerca Achab, ma il contrario. La sua unica colpa è casomai quella di ribellarsi ad un destino che la vorrebbe vittima inerme. Il romanzo di Melville è un capolavoro della letteratura americana d el l’800. Racconta del bene e del male, di orgoglio e di vendetta. Oggi la balena bianca sguazza tranquillamente nei mari d’Australia e guai a chi la tocca. Anzi è una star internazionale.

Vedi anche

Altri articoli