Jo Cox, volto migliore del socialismo

Gran Bretagna
EPA/WILL OLIVER

Il nazionalismo, come il razzismo, fanatizza e spinge pezzi della società verso la violenza e il fascismo

L’assassinio della deputata laburista nel corso della campagna referendaria inglese, eccitata dai nazionalisti, ci dice anzitutto che proprio il nazionalismo sta inquinando una delle democrazie più antiche e solide. Il nazionalismo, infatti, come il razzismo, fanatizza e spinge pezzi della società verso la violenza e il fascismo. Uno dei meriti dell’europeismo e dell’internazionalismo socialista è stato quello di avere negato e contrastato con i fatti il morbo del nazionalismo e del razzismo.

Ora, la malattia sembra tornare in Europa. E anche in Italia il leghismo, e il grillismo alleato dei nazionalisti inglesi, inquinano il confronto democratico. Mi ha colpito la biografia della giovane deputata laburista che dedicava un impegno veramente straordinario a combattere proprio il razzismo e il nazionalismo. Il suo esempio ci dice che nel socialismo europeo, che pure in questi anni si è appannato, sono presenti e attive forze, persone, militanti con grande passione politica e civile, che tentano con la loro opera di rigenerarlo e di ridargli il volto della sua storia migliore. Onore alla compagna Cox.

La battaglia per i valori del socialismo democratico dev’essere ripresa anche in Italia. Compito essenziale è battere la destra e il grillismo, e riaprire seriamente un confronto, anche duro, nel centrosinistra e fuori di esso, per ridare un’anima e un profilo alla sinistra. Quell’anima che oggi ci viene indicata dalla compagna Cox

 

 

 

 

 

(Grazie a EM.MA. via Facebook)

Vedi anche

Altri articoli