Totti, è da questi particolari che si giudica un giocatore – VIDEO

Stopper
totti

Il palleggio a bordo campo con un giovane raccattapalle della squadra avversaria, lo scherzo al compagno in panchina. Sono queste le “ragazzate” che fanno bene al calcio

La Roma vince 2-0 a Sassuolo e scaccia la crisi. La cura Spalletti sembra cominciare a funzionare, i giallorossi centrano la seconda vittoria consecutiva e la classifica inizia a sorridere. Ma a far sorridere i tifosi romanisti, e in generale tutti gli appassionati di calcio, non sono solo i risultati del campo. Fuori dal campo infatti, c’è stato lo show del capitano della Roma Francesco Totti.

Quello che pochi giorni fa Zdenek Zeman aveva definito un giocatore “triste e infreddolito in panchina”, ha regalato due chicche che difficilmente si vedono in un contesto solitamente così nervoso e competitivo come quello del campionato italiano. Due gesti semplici. Prima un palleggio a bordo campo con un giovanissimo raccatapalle del Sassuolo, poi uno scherzo al compagno di squadra Miralem Pjanic, di quelli che tutti abbiamo fatto da giovanissimi, durante una ricreazione o, perché no, in uno spogliatoio durante l’intervallo di una partita.

Due gesti di una naturalezza disarmante se pensiamo a quello che sono oggi i calciatori nell’immaginario collettivo: super-uomini straviziati, straricchi, strafamosi. Figurine da esibire negli album, macchine da soldi per gli sponsor, improvvisate e spesso improbabili star del jet set internazionale. Ci dimentichiamo però che sono anche dei ragazzi. Purtroppo ce ne ricordiamo il più delle volte quando commettono delle stupidaggini (ne abbiamo parlato, pochi giorni fa, in questa rubrica a proposito degli insulti di De Rossi a Mandzukic).

Questa volta ci piace pensare che sì, in effetti, i calciatori sono dei ragazzi come tutti gli altri. Ragazzi che hanno passato la loro infanzia all’oratorio, su un campetto di campagna o di periferia, animati solo dalla voglia di tirare calci a un pallone. Per una volta non ci tocca parlare di violenza, di scandali giudiziari, di insulti o di risse dentro e fuori dal campo. Per una volta siamo felici di parlare, semplicemente, dell’essenza del calcio.

Vedi anche

Altri articoli