Il Pirellone, Maroni e la scritta Family Day? Strumentalizzato un simbolo di tutti

Diritti
family

Il segretario regionale PD Lombardia commenta l’ennesima forzatura al Pirellone dove è apparsa la scritta Family Day

Ieri sera inoltre a Milano è andata in scena l’ennesima forzatura al Pirellone. Maroni, facendo illuminare sulla facciata del grattacielo la scritta “Family day” ha deciso di strumentalizzare deliberatamente la casa di tutti i lombardi per politiche di parte. Le piazze si rispettano sempre, è la democrazia. La si può pensare diversamente ma non si può e non si deve utilizzare la sede istituzionale e uno dei simboli di Milano per discriminare anche solo un cittadino che essa deve rappresentare. Insomma sono bastate poche luci per discriminare tante persone e strumentalizzare un simbolo che appartiene a tutti e di cui siamo orgogliosi: il Pirellone.

Per questo oggi sarò in piazza a Varese per partecipare alla mobilitazione nazionale‪ #‎svegliatitalia‬. Credo fermamente che anche l’Italia, al pari degli altri paesi europei, si debba dotare di una legge che dia riconoscimento giuridico, definendo diritti e doveri, alle unioni civili. Il disegno di legge Cirinnà per l’ampliamento delle libertà fondamentali è in questo senso una conquista. Per questo, pur nel rispetto delle sensibilità che animano il partito, tanti rappresentanti dei democratici lombardi saranno presenti in tutta la regione alle manifestazioni organizzate a sostegno di questa legge.

Vedi anche

Altri articoli