Il Governo e il Sud che c’è

Dal giornale
sud-italia-420x291

Quando Andreatta pose fine all’intervento straordinario per il Mezzogiorno, elencò due motivi: ormai l’intervento aveva ben poco di “straordinario” e inoltre costituiva di fatto l’alibi politico per chi intendeva acquisire consensi

L’editoriale di Ernesto Galli della Loggia sul Corriere della Sera di ieri (“Il governo e il Sud che non c’è”), riaccende i riflettori sull’eterna questione del Mezzogiorno, ed è una provocazione intellettuale che interroga tutti sui destini di un’area con 8 regioni e con oltre 20 milioni di abitanti. Sono esponente di quella che lui definisce “scellerata rappresentanza parlamentare”, titolo che respingo al mittente, e sono responsabile del Pd per il Sud. Trascorro non una notte ma la mia vita nell’Italia meridionale, e conosco bene quella parte del Paese e i suoi straordinari o terrificanti panorami.
Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli