Il Fatto se la prende con noi. E con i fatti

Giornalisti
Italian Prime Minister, Matteo Renzi, during the Rai Tv program "Virus", conducted by journalist Nicola Porro, in Rome, Italy, 28 May 2015.
ANSA/ANGELO CARCONI

I famosi scontrini di Renzi, c’è stata una smentita e noi ne abbiamo dato conto

Piccolo pestaggio sui social da parte dei cronisti del Fatto, che se la prendono con Unità.tv perché ieri abbiamo dato conto – peraltro con ironia – di quanto aveva scritto Repubblica.it, ripresa dal Corriere.it e ha Huffington post, circa la smentita del ristoratore di Firenze sulle cene di Renzi, Lino, che in una precedente intervista al Fatto aveva sostenuto che i conti venivano inviati a Palazzo Vecchio. “Non ho detto quelle cose, mi hanno fatto dire cose che non ho detto. Non voglio dire più niente, non ho detto che quando veniva qui mandavo il conto a Palazzo Vecchio”: questa la frase riportata da Repubblica.it.

Noi ovviamente non sappiamo quale sia la verità. Lo deciderà la magistratura. Però i colleghi del Fatto non se la devono prendere con noi se esce una smentita a quanto da loro riportato né possono negare, come stanno facendo in queste ore, che questa smentita sia uscita.

Se e quando si sarà appurato che hanno ragione loro, gliene daremo volentieri atto. Prima no.

Vedi anche

Altri articoli