Il buco nell’acqua

Ambiente
Lavori di manutenzione sulla rete idrica dell'AMAM a Messina, 29 ottobre 2015.
ANSA/Gianluca Rossellini

Per colmare il grave deficit infrastrutturale nelle nostre reti e negli impianti di depurazione servirebbero 5 miliardi di euro all’anno per i prossimi dieci anni

Il 2016 inizia con una nuova grana ambientale sul tavolo del Governo: l’arrivo delle sanzioni europee per circa 480 milioni causate da circa 2500 Comuni fuorilegge e sotto infrazione per mancata depurazione degli scarichi urbani e che inquinano fiumi e tratti di costa. Il problema è nello storico stallo degli investimenti nelle reti idriche e, in particolar modo, nelle infrastrutture di depurazione dell’acqua, soprattutto al Sud dove Sicilia e Calabria da ben 22 anni non applicano la legge Galli

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli