I traditori dell’Islam

Terrorismo
islam moschea

La piazza di Roma idealmente sarà il cordone umanitario intorno alla nostra capitale, intorno al nostro Giubileo, intorno alla nostra società gelosa dei suoi valori di convivenza e libertà

Not in my name. Non in mio nome. Non in nostro nome. Oggi da Roma per la prima volta tutte le organizzazioni islamiche italiane, insieme, mettendo da parte le loro legittime divisioni, saranno in Piazza Santi Apostoli a Roma per urlare la loro netta condanna del terrorismo di matrice islamica. Per dire forte e chiaro che Daesh non può autoproclamarsi a capo di quasi un miliardo di donne e uomini di fede islamica. Che chi imbraccia un fucile tra i figli delle nostre periferie come avvenuto tradiscono oggi le loro patrie di adozione, ma tradiscono anche la religione e il Dio per il quale pensano di uccidere

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli