Hotel Roma, Amatrice

Terremoto
image

La migliore amatriciana si faceva lì, ora è crollato tutto

Se chiedevi “scusate, dove si mangia la migliore amatriciana?“, la gran parte dei sabini ti rispondeva “all’Hotel Roma, a Amatrice”. Già, l’hotel  Roma faceva una amatriciana a regola d’arte. Fino a ieri sera.

Non c’è più, ora. Il terremoto l’ha assassinato.

Ieri sera c’era molta gente a cena, nella grande sala (foto) tintinnante di bicchieri e piena d’odore di buono, perché fra l’altro è la settimana dell’amatriciana, proprio nel paese che ha inventato un condimento famoso nel mondo. Guanciale, pomodoro, pecorino, pepe: e il gioco è fatto.

Le storiche discussioni su pecorino o parmigiano – o se la vera amatriciana sia con i bucatini o gli spaghetti – alla fin fine contano poco. Prevalgono i “pecorinisti”. E i sostenitori del bucatino (ma conosciamo ristorantini nella zona  che non hanno dubbi: spaghetti!).

In ogni caso, una visitina all’hotel Roma era d’obbligo, per gli amanti della amatriciana. Una gioia, era.

Hanno tirato fuori due corpi, oggi, ma i commensali ieri sera erano una settantina. Gli ultimi, accidenti.

 

Vedi anche

Altri articoli