Ecco perché il 4 dicembre Basta un Sì

Community
basta un Sì

L’odio e la rabbia non ci appartengono, noi crediamo che la politica sia altro e che questa sia l’occasione giusta per dimostrarlo

In queste ultime settimane di campagna referendaria si vede in maniera sempre più nitida la differenza di contenuti, toni ed idee tra il fronte del No e quello del Sì.
Quanto vorrei davvero credere in ciò che ho appena scritto ed invece vedo solo la contrapposizione tra “l’insostenibile pesantezza del No” ed il grande entusiasmo proiettato verso il futuro del Sì.
In questi mesi ci siamo spesi per spiegare nel merito e con serietà la riforma costituzionale e la sua importanza, mentre dall’altra parte si continua incessantemente a divulgare “bufale” e falsità finendo sempre con il cadere nei personalismi che da trent’anni paralizzano l’Italia.
Ma l’odio e la rabbia non ci appartengono, noi crediamo che la politica, con la p maiuscola, sia altro e che questa sia l’occasione giusta per dimostrarlo: per questo in questi mesi mentre gli altri, preoccupati del loro destino personale, dicevano “Caro Renzi,ti mandiamo a casa!” noi abbiamo scritto a caratteri cubitali sui manifesti nelle nostre Città “Cara Italia vuoi cambiare davvero?” Evidenti divergenze di priorità.
Perché di questo si tratta, di abbandonare la palude, di continuare sulla strada dell’innovazione e della credibilità per continuare a giocare alla grande la partita del nostro Paese soprattutto nei giorni,mesi,anni successivi al 4 dicembre; per non lasciare l’Italia in mano a chi ha fallito già innumerevoli volte, ai professionisti delle chiacchiere ed in particolar modo per non rimanere ancorati al passato.
Ecco perché il 4 dicembre Basta un Sì.
Scrivi la tua opinione su Unità.tv

Vedi anche

Altri articoli