Confronto a SkyTg24, meglio Giachetti e Meloni

Roma
confrontoRoma_3

Match un po’nervoso, male Raggi e Marchini

Confronto nervoso (e paradossalmente anche un po’ noioso) stasera a SkyTg24 (bravo, al solito, Gianluca Semprini).

Chi ha vinto? Chi ha perso? Ecco le sensazioni a caldo.

Giorgia Meloni. Ha fatto molto la parte di Giorgia Meloni, romanaccia, aggressiva, a tratti incomprensibilmente sghignazzante. Sui contenuti abbastanza evanescente, nulla di particolarmente impressionante. Quando ringhia sulla politica dà il meglio di sè, lo standing da statista proprio non le viene. Voto: 6.

Roberto Giachetti. Ha dato più degli altri l’impressione di crederci, tentando di restare sul terreno delle cose concrete senza spararle grosse. Si discuterà la frase “non so se mi sarei fermato” a proposito dell’omicidio di Sara (fra parentesi, cosa c’entra con la campagna elettorale?). Grande nel corpo a corpo con la Raggi. Più standing degli altri. Voto: 7.

Stefano Fassina. Il format non era per lui, e lui lo ha sentito. Non lo aiuta una innata verbosità. Sempre pronto a innervosirsi, un po’ troppo estraneo  alla partita. Comunque è un che combatte. Voto: 5,5.

Alfio Marchini. Scivola sull’italiano, proprio sui vocaboli (“molestamenti” rimarrà nella storia) oltre che sulla loro pronuncia. Proposte avveniristiche, politicamente scarso. Comunque onesto nel dire che naviga nell’oro. Voto: 4.

Virgina Raggi. Al primo e ultimo confronto con gli avversari ha fatto emergere ancora di più la difficoltà a mantenere un minimo non diciamo di cordialità ma di elementare correttezza, unica fra i candidati pronta a interrompere, sempre lì a scuotere la testolina. Aggressivissima anche quando non c’è motivo. Appello finale piagnucolante. Voto: 3,5.

Vedi anche

Altri articoli