Concretezza, entusiasmo e altruismo: ecco cosa ho trovato a Classe dem

Community
classe dem_tognietti

Apparentemente in antitesi sono concetti che se ben armonizzati creano qualcosa di ancora più grande: la politica

Entusiasmo e concretezza: sono le caratteristiche che credo debbano costituire la sostanza della vera politica, ed è quello che ho trovato alla scuola di formazione del Partito democratico.

Possono sembrare forse in antitesi la spinta propulsiva quasi incontrollabile di un sentimento come l’entusiasmo e la pacatezza rigorosa della concretezza, invece se ben armonizzati creano qualcosa di ancora più grande: la politica. Quella vera, bella ed utile fatta di ideali e di risposte, soluzioni alle domande, ai problemi che ogni giorno come cittadini ci troviamo ad affrontare. Ne sono sempre stata convinta e stavolta ne ho avuto la conferma attraverso gli interventi dei relatori delle prime due giornate di formazione.

Basta ascoltare Walter Veltroni per avere la consapevolezza di quanto sia impossibile dare un significato profondo ad un’esperienza politica senza la passione per ciò che si sta portando avanti; la passione non logora il potere invece sì ed è per questo che deve restare un mezzo e non un fine per realizzare ciò che la nostra passione in libertà ci dice di fare non per l’individuo ma per la comunità perché la politica sia sempre condivisione e mai individualismo.

Condivisione che ho ritrovato nelle parole appassionate di Livia Turco, nel suo spronarci a farci carico dei problemi di chi ci sta di fronte, prendendoci cura delle persone soprattutto quando si affrontano tematiche come welfare e politiche sociali che meritano significative attenzioni più di quante ne abbiano avute in tutti questi anni.

La serietà del ministro dell’Economia Padoan ci ricorda invece che la politica non è solo cuore ma anche capacità di risolvere i problemi che ci si presentano davanti quando si decide di intraprendere questo percorso.

Ecco qua a questo punto si crea il perfetto mix tra entusiasmo e concretezza.

Credo, e vorrei che questa in futuro suonasse come un’affermazione scontata, che l’obiettivo primario della politica sia dare risposte ai cittadini e non accumulare potere e privilegi come troppe volte fino ad oggi è stato fatto da chi ci ha preceduto ma, è impossibile farlo se non si è fortemente appassionati e se non è l’entusiasmo a muovere ogni nostra azione.

L’esperienza di formazione che il Partito democratico ci sta offrendo è da considerare estremamente importante non solo per l’altissima qualità degli interventi di tutti i relatori, per la possibilità che ci viene effettivamente data di imparare da chi può trasmetterci la sua esperienza nelle varie materie ma anche perché è per noi partecipanti un’occasione irripetibile di fare “rete” tra di noi, di confrontarci, di mettere in comune le nostre esperienze per trovare soluzioni migliori.

Perché la politica deve avere un terzo elemento costitutivo: l’altruismo.

Quando si inizia questo percorso si deve sapere che non lo si fa per noi stessi ma per gli altri per mettere a servizio di una comunità la propria passione ed il proprio entusiasmo solo così potremo riacquistare ciò che chi ci ha preceduto in questi anni ha fatto di tutto per perdere: la fiducia.

Senza la fiducia delle persone non c’è politica, non servono a niente né la passione né l’entusiasmo in quanto finalizzati a qualcosa che rischia di diventare a quel punto solo di natura personale.

Entusiasmo, concretezza ed altruismo: la nuova “Classe democratica” è pronta a dare una svolta significativa attraverso queste tre componenti; non abbiamo paura di andare verso il futuro, di mettere in gioco tutte le nostre forze e le nostre qualità.

Vedi anche

Altri articoli