Con i nostri candidati

Amministrative
20160122_DIREZIONE_CUPERLO_U

Ce la possiamo fare. Ma bisogna volerlo. E bisogna crederci

Con Fassino, Sala, Cosolini, Merola e Giachetti e con tutte le nostre candidate e candidati. Adesso conta solo questo. Chi cerca la polemica o chi la cavalca, fuori e dentro il Pd, piglia lucciole per lanterne Basta passare un’ora ai banchetti o dare volantini in un mercato e si capisce cosa interessa e preoccupa in queste ore: avere un sindaco capace di occuparsi della vita e dei problemi delle persone.

A Milano è in gioco molto, il buon governo dopo il gran lavoro di Pisapia e anche il futuro del centrosinistra. Lo stesso a Trieste e Bologna. A Torino la prova è completare una trasformazione che ha cambiato la città in meglio. Roma è la sfida più difficile, ma il clima è cambiato. Giachetti ha guadagnato consensi per le sue qualità.

As pol fese. Se pœu fà. Se pol far. As pôl fèr. Se po’ fa’.

Insomma ce la possiamo fare. Ma bisogna volerlo. E bisogna crederci senza rinunciare mai a quel valore fondamentale che è la fiducia tra noi. SinistraDem–Campo Aperto, la nostra associazione, ha sempre detto quel che pensava. Lo abbiamo fatto a viso aperto, senza ambiguità. Ma poi nella campagna elettorale – in ogni campagna elettorale – ci siamo gettati nel solo modo che conosciamo: andando a sostenere le nostre liste e i nostri candidati.

Perché così intendiamo la politica. Come difesa e promozione di chi ha più bisogno, di diritti, servizi, opportunità. Dopo discuteremo di tutto, ma fino a domenica conta solo conquistare un voto in più. Anche un singolo voto di più. Il resto è commentare la partita prima che si giochi. Non è solo noioso. È inutile. E allora, ancora una volta, a Piero, Beppe, Virginio, ai due Roberto, in bocca al lupo! Noi ci siamo.

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli