Che strano, Maximilien Travaglio su Quarto tace

Il Fattone
image

Se un camorrista avesse detto di votare Pd…

Stamattina abbiamo comprato di buon’ora Il Fatto perché quando ci sono notizie di cronaca politica, di malcostume politico, Marco Travaglio bisogna leggerlo sempre. E le vicende di Quarto, comune a guida grillina – che Unità.tv segue da mesi, prima da sola adesso in grande compagnia – sono succosissime.

Delusione! Il direttorone dell’organo di Cinque Stelle, proprio come avrebbe fatto il direttore del Rude Pravo, il vecchio organo del partito comunista cecoslovacco, parla d’altro. Eppure il titolo dell’editorale – “Mi raccomando” – prometteva bene, magari, pensavamo ingenuamente, si parlerà delle intercettazioni del camorrista che dice che bisogna portare a votare anche gli ottantenni per la grillina Rosa Capuozzo: macché.

Travaglio fa un pezzo che poteva scrivere vent’anni fa sull’italico malcostume della raccomandazione, 100 righe senza tempo – a parte un omaggio a Zalone (il secondo in tre giorni) e la inevitabile chiusa su Renzi appiccicata con l’attaccatutto.

Infuriati per aver sprecato i soldi, ci siamo accasciati su una panchina e ci siamo chiesti: ma dov’è finito il Torquemada del giornalismo italiano? Dov’è il Robespierre de’ noantri? L’Emile Zola dei poveri? Il Matteotti del 2000?

Immaginiamoci se fosse spuntata una intercettazione di un mafioso pronto a far votare un sindaco del Pd? Che avrebbe scritto, l’Incorruttibile Marco?

Eppure, su Rosa Capuozzo il sito Unità.tv ha raccolto una serie di fatti, è consultabile, gratis, e la cosa non può essere sfuggita ai valenti reporter del Fatto, pronti a gettarsi su qualunque osso da spolpare: ma a seconda del partito a cui quell’osso appartenga.

Diranno: abbiamo intervistato Roberto Fico (non potendo intervistare Di Maio che pare un po’ troppo legato alle vicende poco chiare di Quarto). Peggio mi sento. Fico è un pessimo avvocato. Dice e non dice. Garantisce che “Rosa” è disposta a andare davanti all’Antimafia (parla proprio da avvocato), è incerto sulla vicenda del campo di calcio che “Rosa” ha destinato a una associazione molto discussa, “Quartograd”, togliendo la concessione alla società sportiva “Nuova Quarto per la legalità”. E soprattutto dice la fesseria più grossa di tutte: che i consensi della camorra “non erano determinanti, avremmo vinto comunque”.

Roba da matti. Forza, Maximilien Travaglio, prendi posizione, che questi avvocaticchi non sono capaci.

Vedi anche

Altri articoli