Canale 5… Stelle

Televisione
La7

Ieri l’ottima Piazzapulita ha un pochino esagerato

I grillini, contrariamente ai dettami di Casaleggio e del “primo” Grillo, sono tutte le sere in tv. Sono usciti dal blog e ormai oscurano Salvini&Meloni. Non hanno mai spiegato perché hanno abdicato all’insegnamento dei capi, ma va bene così. E’ quasi un’occupazione. Soprattutto di una rete: La7. La La7 di Urbano Cairo. Il quale, del tutto legittimamente e dal suo punto di vista giustamente, fiuta che in quell’area c’è un nuovo mercato.

La7  è una bellissima rete, con grandi giornalisti. Sia il Tg che i programmi di informazione sono realizzati da bravissimi colleghi.

Seguo sempre tutti i programmi di La7 e il suo Tg ma personalmente ho sempre avuto un debole per due programmi in particolare: Omnibus e Piazzapulita.

Il programma di Corrado Formigli quest’anno ha consegnato alla tv italiana delle perle giornalistiche di primissimo ordine: servizi formidabili dello stesso Formigli, di altri colleghi come Valentina Petrini, Francesca Nava, un bellissimo pezzo di Francesca Mannocchi sulla Libia (e ci scusiamo con altri che non citiamo). Sulla politica internazionale Piazzapulita è per me numero uno, come Formigli sa.

Invece ieri sera Piazzapulita non sembrava Piazzapulita. Va bene essere di parte e avere una linea, ma ieri ha ospitato: Di Battista (che era già stato in collegamento dalla Gruber), un’intervista a Di Maio, un servizio su un comizio di Di Maio, Roberto Fico al posto di Di Battista (sempre in collegamento e connessa claque dietro). il tutto preceduto da una lezioncina del consigliere d’amministrazione Rai – messo lì dai grillini- Carlo Freccero. Sembrava Canale 5 nel 1994.

Opinione personale, eh. Detta con immutata stima.

Vedi anche

Altri articoli