Bcc: la riforma c’è, l’Europa no

Economia
cassiere-banca-soldi-005-2

La riforma delle banche di credito cooperativo, ecco come cambierà l’universo delle BCC italiane.

A circa ottanta anni dal Testo unico regolatore delle allora Casse rurali e artigiane, modificato poi dal Testo unico bancario del 1993, le Bcc (nuovo nome di quelle Casse), è stata varata dal Consiglio dei ministri, nella notte di mercoledì, una rilevante riforma del settore che in larga parte – come era nei patti – ricalca l’autoriforma proposta dalla Federazione di categoria. E ciò è avvenuto nel contesto di un “pacchetto credito” finalizzato al rilancio di settori e attività ancor più importanti in un momento di turbolenze dei mercati e di problemi indotti da alcune inadeguate normative comunitarie. Si dà così un apporto a una ulteriore solidità del sistema. Sotto certi aspetti, si può dire che quella delle Bcc è una revisione storica

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli